separazione con figli

Separazione con figli: è dura ma fa bene

La separazione è una soluzione sana anche per chi la subisce

È importante avere ben presente che la separazione rappresenta un inizio e non una fine. Ciò che finisce è l’unioneLa separazione è la soluzione alla rottura dell’unione. Così come l’unione è una conseguenza dello stare bene insieme, la separazione è la conseguenza sana dello stare male insieme, anche quando non lo si vuole accettare (o ammettere) perché ci spaventa.

Quando Monica mi ha chiamato per affrontare la sua separazione, come capita a molti, era completamente frastornata e in balia di ciò che le stava capitando. Per parecchio tempo non è riuscita a farsene una ragione e si sforzava di rimettere insieme due metà che ormai non combaciavano più.

Trovare una spiegazione a tutti i costi

Monica è stata sposata per 15 anni, dopo così tanto tempo è dura liberarsi dalle abitudini di coppia e dagli automatismi di una vita insieme. Non sapeva proprio come affrontare una separazione che non aveva deciso e voleva trovarne a tutti i costi una spiegazione che le andasse bene.

Così ho chiesto a Monica se, a suo tempo, lei e il suo ex Carlo avessero scandagliato fin nel profondo le ragioni che li avevano portati a stare insieme. Monica, stupita, mi ha risposto che non ce n’era bisogno perché la ragione era ovviamente che si amavano! Allora le ho chiesto perché non pensava, altrettanto ovviamente, che la ragione della separazione era semplicemente che non si amavano più. È chiaro che in entrambe le situazioni c’è molto di più ma è solo quando finisce una storia che si pretendono spiegazioni a tutti i costi.

Con il bisogno di trovare per forza cause e colpevoli per i problemi e le difficoltà che stavano vivendo, Monica e Carlo, come accade spesso nelle separazioni, si sono addossati colpe e responsabilità che poco avevano a che fare con i fatti. A rendere ancora più pesante la situazione c’era anche il fatto che entrambi erano cresciuti in un mondo in cui la separazione è culturalmente considerata un fallimento, per cui abbiamo dedicato particolare attenzione e tempo a togliere dalla mente e dal cuore di Monica questo peso assurdo.

Ci siamo concentrati esclusivamente sui fatti impiegando le energie solo per ottenere il meglio dalla situazione. È stato impegnativo ma alla fine Monica è riuscita ad affrontare le sue giornate in modo più sereno e lucido.

I figli staranno bene, anzi meglio

Separazione e figli è una combinazione per niente facile da gestire e infatti per Monica l’ansia da separazione era soprattutto dovuta proprio al pensiero dei suoi due figli. Si sentiva in colpa perché pensava che per loro la separazione doveva essere un dramma da evitare ad ogni costo.

Ma se i genitori non vanno più d’accordo, i figli sono sempre avvantaggiati da una separazione, mai svantaggiati.

Ho fatto presente a Monica che fin dal primo momento in cui i genitori non vanno più d’accordo i figli ne risentono perché cambiano le dinamiche familiari: i genitori cominciano ad allontanarsi e a non essere più in sintonia nelle loro scelte e nel rapporto con i figli. Poi iniziano le ostilità e magari le cattiverie tra di loro e arrivano, anche se non volute, le ripercussioni emotive dirette e indirette sui figli.

Oltre alle ripercussioni emotive (come se non bastassero) c’è anche da pensare alle conseguenze dal lato educativo. Infatti i bambini imparano principalmente attraverso l’osservazione e l’imitazione. Se i due genitori vivono la vita di coppia in modo freddo e distante o peggio ancora con ostilità e rabbia, i figli ne imparano il modello e poi a loro volta lo metteranno in pratica con i loro partner.

Così come imiteranno il comportamento dei genitori quando dovranno affrontare dei problemi o delle situazioni che li fanno star male. Molto probabilmente se i genitori scappano anche i figli scapperanno, se subiscono subiranno, se risolvono risolveranno.

I figli come bussola e faro nel percorso della tua separazione

Aver ben presente ciò che il disaccordo e l’ostilità tra i genitori comporta per i figli è un’ottima bussola per orientarti al meglio durante l’intero percorso della separazione. Per Monica questo pensiero è stata la chiave per trovare la linea guida con cui affrontare più sicura e convinta la sua separazione.

Detto questo però non ci dimentichiamo che per i figli la separazione è un grosso cambiamento ed è perciò importante seguirli e affiancarli perché la vivano al meglio. È importante mantenere il più possibile intatti i loro punti di riferimento e le loro sicurezze. Voi genitori siete la loro guida e la loro stabilità anche e soprattutto adesso che con la separazione siete tutti un po’ destabilizzati.

Su questo punto Monica era davvero preoccupata, si chiedeva cosa ne sarebbe stato della sua famiglia, aveva paura che si sarebbe sfasciata. Abbiamo allora ragionato sul fatto che con la separazione ciò che veniva meno era solo il rapporto d’amore (e la convivenza) tra lei e Carlo e che tutti gli altri rapporti e legami continuavano ad esistere: quello tra i singoli genitori e i figli, quello tra i fratelli e anche quello tra lei e Carlo in quanto genitori e co-educatori. Proteggendo e consolidando questi rapporti la famiglia non si sfascia e mantiene intatto il suo ruolo.

Tieni presente che il ruolo primario della famiglia (dopo quello di accudirci e nutrirci) è di prepararci a far parte della società (di cui è l’origine). Ce ne insegna le regole, le dinamiche tra le persone, il giusto compromesso tra vincoli (responsabilità) e libertà personali, ci insegna a saper reagire agli imprevisti e alle difficoltà. 

In fondo è proprio questo il ruolo dei genitori, giusto? Insegnare ai figli a cavarsela al meglio delle proprie possibilità nella vita che verrà.

educare un figlio

 

Leggi anche Cosa vuol dire educare un figlio

 

Per farlo, però, bisogna che questa sia e rimanga una priorità per entrambi i genitori, che si dovranno impegnare a non perderla mai di vista anche se i rapporti tra di loro si deteriorano. 

Con genitori presenti e attenti e che si dimostrano credibili e sereni i figli comprendono e superano anche le situazioni più complicate. Non far subire loro i cambiamenti ma rendili partecipi. Compatibilmente con l’età, sii il più trasparente e obiettivo possibile riguardo alla separazione, sollecita e ascolta i loro pensieri e le loro emozioni e costruisci insieme nuove abitudini con cui sostituire quelle che non ci sono più. Scoprirai un filo diretto con i tuoi figli che prima non avevi e se ti adeguerai a questa nuova condizione con il giusto spirito vivrai nuove emozioni e nuove energie.

La strada migliore per affrontare la tua nuova vita

L’arrivo di una separazione stravolge e trasforma la quotidianità di chi la vive soprattutto se è una separazione con figli. In una situazione come questa, fa davvero la differenza potersi confrontare con un punto di vista obiettivo che ti sappia aiutare a capire come gestire al meglio la situazione e a non farti sopraffare dal turbinio di emozioni che stai affrontando. 

Con il mio percorso di Coaching avrai un confronto attento con l’obiettivo di trovare la strada migliore per affrontare la tua separazione e la tua nuova vita che ti sta aspettando.

Per me è un piacere dare una mano a chi sceglie di mettersi in discussione e vuole migliorare. Per questo ho deciso che:

Eh sì, infatti mi piace l’idea che il costo del mio servizio sia un’opportunità e non un limite. È il mio modo di aiutarti a scegliere consapevolmente e liberamente di lavorare su te stesso e stare meglio.

Leggi anche

Relazione di coppia e consapevolezza

Relazione di coppia e consapevolezza

Quanto effettivamente sai della tua relazione di coppia e come la vivi o, forse, la subisci? Lo scoprirai in questo articolo.

Fiducia in sé stessi

Fiducia in sé stessi

La fiducia in sé stessi determina lo stato d’animo con cui affrontiamo la vita. Ecco i consigli per riacquistare la fiducia in te stesso.

Il giudizio degli altri

Il giudizio degli altri

Come mai è così importante il giudizio degli altri? Perché può diventare destabilizzante e a volte addirittura paralizzante? È un fatto ancestrale e puoi imparare ad affrontarlo meglio.

Commenta l'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *